Benvenuti

L'idea di pubblicare un blog che riguardasse la postura e la posturometria, intrecciando concetti di kinesiologia, osteopatia, nutrizione e discipline affini, è un qualcosa che avevo in mente da tempo. Posso dire di essere riuscito nell'impresa, almeno per quanto concerne la partenza.

La Kinesiologia è una delle numerose tecniche complementari, che coadiuvano la medicina allopatica. Si è parlato tanto e si parla ancora tanto della Kinesiologia, della sua efficacia, della sua inefficacia, della non-riproducibilità, che è una bufala.
Leggere di una tecnica, che è utilizzata a certi livelli con estrema precisione e che tali critiche vengono mosse da persone che ignorano l'argomento o spesso a causa di Operatori poco qualificati o improvvisati (di storie bizzarre potrei raccontarne) che come in ogni ambito rovinano la reputazione di un'intera classe di professionisti, mi disturba notevolmente.

Il mio lavoro, o meglio ciò che propongo, spesso in collaborazione con medici, fisioterapisti, nutrizionisti, otorini, allergologi, cardiologi e preparatori atletici è di verificare se c'è un motivo tangibile, ad uno specifico disagio, che una Persona mantiene e che non risponde ai trattamenti tradizionali. Nulla di magico. E' solo un punto di vista differente. Prospettive diverse, che possono fare la differenza quando si parla di Benessere e perchè no, anche di Salute.

L'aver approcciato ad una forma di kinesiologia "elettronica", grazie all'uso della pedana Lizard, che ho avuto modo di conoscere grazie all'amico Osteopata Giuseppe Ruggero e a Sergio Zanfrini, l'ideatore, ha letteralmente sconvolto il mio modo di lavorare.

Per diverso tempo ho lavorato con la parte meramente strutturale, manifestando interesse per l'Articolazione Temporo Mandibolare, struttura neurofunzionale di estrema complessità ma di enorme fascino, l'appoggio podalico, la colonna vertebrale e la struttura pelvica.
Con il tempo, ho notato che al di là della componente squisitamente "muscolo-scheletrica", la parte nutrizionale, come ci alimentiamo, le tossine che assumiamo, i cibi a cui siamo più sensibili, cominciava a prendere il sopravvento.
Sarà per tipologia di casi che ci arrivano in studio, ma la condizione che accomuna molte Persone è il sistema digestivo.
Costipazione, gonfiore, reflusso, bruciore, cattiva digestione, stanchezza e sintomi accessori, come il dolore alla schiena, alla cervicale, ad un braccio, formicolii, sciatica, mal di testa. Questo mi ha spinto ad approfondire ancora di più il lato nutrizionale del triangolo della salute, su cui si basa la Kinesiologia stessa.
Questo è un messaggio che mi è arrivato oggi, su Facebook, da una giovane ragazza, diverse persone stanno sperimentando la semplicità, della complessità del corpo umano. Delle sue reazioni e della sua grande capacità di recupero.
Forse la kinesiologia e gli approcci che si basano sui suoi concetti  non saranno una scienza esatta, ma ciò che conta è aiutare o quantomeno provare ad aiutare, specialmente con il cosiddetto approccio multidisciplinare, chi è in difficoltà, che spesso necessita solamente di essere guidato, indirizzato verso una strada...

Benvenuti,

Armando Vinci